Caricamento in corso
Zona industriale di Paidong Qiligang, città di Yueqing, provincia di Zhejiang, Cina.
Zona industriale di Paidong Qiligang, città di Yueqing, provincia di Zhejiang, Cina.
Carrello
  • Non ci sono prodotti nel carrello.
  • Messaggio Immagine
    04 lug, 2022
    Inserito da elcb_admin
    0 commento

    Tipo B RCD per sistemi di ricarica EV e UPS

    Hai qualche idea sui dispositivi a corrente residua? Sai quale dispositivo di corrente residua viene utilizzato per l'alimentazione universale? Hai qualche idea su cosa succede all'interno dei tuoi interruttori di sicurezza? Cerchi un dispositivo differenziale più adatto al tuo sistema di ricarica per veicoli elettrici? Se non hai idea delle risposte a queste domande, non preoccuparti. Questo post del blog ti spiegherà tutto sui dispositivi di corrente residua di tipo B utilizzati per entrambi gli scopi (ricarica dei veicoli elettrici e alimentazione universale. Condivideremo anche le informazioni necessarie sui diversi tipi di dispositivi di corrente residua. Continua a leggere per ulteriori informazioni.

    Che cos'è un dispositivo di corrente residua?

    I dispositivi di corrente residua proteggono i vostri interruttori di sicurezza. Forniscono protezione in tre modi, vale a dire, protezione antincendio, protezione dai guasti e protezione aggiuntiva.

    1. Protezione antincendio per correnti superiori a mA, generalmente superiori a 300 mA
    2. Protezione contro i guasti per le correnti di sgancio
    3. Protezione aggiuntiva per correnti con mA inferiori a 30 mA

    Composizione e funzionamento dei dispositivi a corrente residua

    I dispositivi di corrente residua sono progettati con bobine di fili attorno a un cavo. Un dispositivo di corrente residua controlla la dispersione a terra e funge da protezione di sicurezza.

    Un dispositivo di corrente residua si basa su due diverse tecnologie. Uno è elettromagnetico e l'altro è elettronico. Entrambe le tecnologie offrono grandi prestazioni. I dispositivi elettromagnetici sono abbastanza potenti da rilevare correnti residue molto piccole e non richiedono un cavo di terra. Non vi è alcun impatto su di essi a causa della temporanea perdita dell'alimentazione elettrica. D'altra parte, i dispositivi elettronici sono relativamente meno potenti, quindi richiedono il conduttore di terra per funzionare bene durante la perdita dell'alimentazione elettrica.

    Tipi di dispositivi di corrente residua

    Esistono diversi tipi di dispositivi a corrente residua che funzionano per la protezione di interruttori, dispositivi e persone nelle vicinanze.

    Discutiamo di questi tipi di dispositivi di corrente residua.

    • RCCB – L'interruttore differenziale interrompe il circuito e interrompe il flusso di corrente in caso di dispersione verso terra. Non danno alcuna risposta ai cortocircuiti o alle sovracorrenti. Per gestire i problemi relativi ai cortocircuiti e alle sovracorrenti, è necessario un interruttore aggiuntivo per fornire la massima protezione e sicurezza agli interruttori e ai circuiti.
    • RCBO - L'interruttore automatico differenziale ha caratteristiche aggiuntive. Non è necessario un interruttore aggiuntivo per affrontare i cortocircuiti, il sovraccarico e le sovracorrenti.
    • SRCB – I differenziali da presa di corrente sono generalmente utilizzati per installazioni fisse. Il contatto di commutazione nella scheda principale apre il valore per le correnti residue. La presa commutata è disponibile sia nella versione singola che doppia con materiale plastico bianco.
    • FCURCD – Le unità di connessione con fusibile incorporate nei dispositivi di corrente residua sono utilizzate per installazioni fisse come prese. Questi dispositivi incorporano un circuito di rilevamento che genera automaticamente il contatto tra gli interruttori della scheda principale, che aprirà il valore delle correnti residue.
    • RCM – Residual current monitor è il dispositivo che monitora gli impianti elettrici o circuiti elettrici per verificare la presenza di correnti di guasto a terra sbilanciate. I dispositivi di controllo della corrente residua non incorporano i dispositivi di sgancio e la protezione da sovracorrente.
    • MRCD – Il differenziale modulare è un dispositivo indipendente per incorporare la protezione alle correnti differenziali. Non incorporano la protezione da sovracorrente. Questi dispositivi possono segnalare agli interruttori e ai dispositivi associati l'intervento immediato durante un evento anomalo.
    • PRCD – Dispositivo differenziale portatile composto da una spina, una o più prese e un dispositivo differenziale. Questi dispositivi in ​​genere proteggono gli apparecchi, i circuiti e le persone durante un evento di sovracorrente o sovraccarico.

    Esistono altri tipi, solitamente chiamati tipi di forma d'onda di dispositivi a corrente residua. Queste forme sono:

    1. Tipo A
    2. Tipo AC
    3. Tipo F
    4. Tipo B

    Questi tipi sono brevemente descritti di seguito:

    Dispositivi di corrente residua di tipo A

    I dispositivi di corrente residua di tipo A sono i migliori per l'alimentazione CA e CC. Gli apparecchi che funzionano meglio con i dispositivi a corrente residua di tipo A sono inverter, piani cottura a induzione, apparecchiature di ricarica per veicoli elettrici, alimentatori, apparecchiature informatiche e apparecchiature di illuminazione come dimmer e driver LED. Questi dispositivi sono adatti anche per apparecchi con tipo AC.

    Tipo Dispositivi di corrente residua AC

    I dispositivi di corrente residua di tipo AC proteggono le apparecchiature elettriche resistive e induttive. Gli apparecchi per i dispositivi di corrente residua di tipo AC sono piano cottura, forno, riscaldamento, docce elettriche e illuminazione al tungsteno.

    Dispositivi di corrente residua di tipo F

    I dispositivi di corrente residua di tipo F sono progettati per proteggere maggiormente le correnti di guasto residue. Sicuro compensi prodotti a causa di incidenze composte. I dispositivi di corrente residua di tipo F sono generalmente utilizzati per gli apparecchi che controllano la frequenza. I dispositivi di corrente residua di tipo F possono essere utilizzati per apparecchi come condizionatori d'aria, utensili elettrici, lavastoviglie, asciugatrici e lavatrici. Questi dispositivi sono adatti anche per apparecchi di tipo AC e di tipo A.

    Dispositivi di corrente residua di tipo B

    Se sei un elettricista che lavora con i cavi elettrici per configurare il caricabatterie EV a casa, potresti aver sentito parlare del Tipo B RCD. Questo è simile all'RCCB di tipo B.

    Parliamo in dettaglio dei differenziali di tipo B.

    Descrizione del simbolo di tipo b-RCD

    Composizione dei dispositivi di corrente residua di tipo B

    I dispositivi differenziali di tipo B sono progettati per combinare due diversi dispositivi differenziali. Il primo sistema utilizza la tecnologia per rilevare la corrente regolare. Il secondo sistema utilizza una tecnologia che dipende dalla tensione. Questo è progettato tenendo presente che dovrebbe funzionare anche se non c'è tensione di linea.

    Cosa fanno i dispositivi di corrente residua di tipo B?

    Il dispositivo differenziale di tipo B interrompe l'alimentazione se la corrente di dispersione a terra viene rilevata come pericolosa. Se la corrente di dispersione a terra è uguale o inferiore a dieci mA, i dispositivi differenziali di tipo B non scatterebbero perché questa quantità di corrente non è pericolosa. L'auto elettrica continuerà a caricarsi senza alcuna interruzione. I dispositivi di corrente residua di tipo B attiveranno immediatamente il circuito e disconnetteranno l'alimentazione per correnti più elevate. In questo modo, i dispositivi di corrente residua di tipo B proteggeranno i circuiti dai pericoli.

    Non è sempre possibile ridurre al minimo i rischi di shock prodotti dal contatto con i conduttori. Il rapporto degli incidenti aumenta ogni giorno che passa a causa di scosse elettriche. I nuovi dispositivi di corrente residua sono progettati per proteggere e salvare le persone e le cose circostanti dai pericoli per ridurre al minimo questi rischi.

    Costo dei dispositivi di corrente residua di tipo B

    I differenziali di tipo B sono un po' costosi rispetto agli altri. Questi sono costosi, ma forniscono una soluzione affidabile per utenti e proprietari di case con meno inciampi. Con i dispositivi a corrente residua di tipo B, i proprietari di case e gli utenti sono pienamente soddisfatti in quanto hanno meno possibilità di inciampare, quindi le loro auto verranno ricaricate completamente quando si svegliano al mattino.

    Vantaggi dei dispositivi di corrente residua di tipo B

    Ci sono molti vantaggi nell'utilizzo di dispositivi a corrente residua di tipo B.

    • Uno dei principali vantaggi sopra menzionati è che ha meno possibilità di inciampare fornendo soluzioni ai clienti migliori e affidabili.
    • Oltre a ciò, i dispositivi differenziali di tipo B garantiranno la continuità dei servizi.
    • Un altro vantaggio è che i dispositivi di corrente residua di tipo B rileveranno le dispersioni a terra a frequenze maggiori e proteggeranno i circuiti e gli apparecchi da rischi e scosse elettriche.
    • Ultimo ma non meno importante, l'interruttore differenziale di tipo B protegge persone e macchine quando esiste una corrente continua con una corrente di guasto alternata ad alta frequenza.

    Differenza tra RCD di tipo A, tipo B e tipo C

    Il tipo A consente l'intervento per correnti CA residue e CC pulsanti, mentre il tipo B garantisce anche lo scatto per correnti CC uniformi diverse dalle correnti CA residue e CC pulsanti.

    Applicazioni per dispositivi a corrente residua di tipo B

    I dispositivi a corrente residua di tipo B sono i migliori per apparecchi trifase come le cariche elettriche. Questi driver trifase possono causare dispersioni a terra a frequenze diverse. I produttori di veicoli elettrici dicevano che all'interno dei caricatori di veicoli elettrici è presente un dispositivo di rilevamento integrato che rileva le perdite e fornisce protezione. Ma i dispositivi di corrente residua di tipo B garantiranno la continuità dell'alimentazione per caricare senza problemi il veicolo elettrico.

    I dispositivi di corrente residua di tipo B sono consigliati anche per gli impianti fotovoltaici. Aiuta a proteggere l'elettrocuzione utilizzando convertitori CC o CA. I dispositivi di corrente residua di tipo B possono essere utilizzati anche per strumenti elettromedicali, sistemi di ventilazione, inverter, alimentatori universali UPS, stazioni di ricarica per veicoli elettrici, ascensori, scale mobili, apparecchiature di saldatura, saldatrici, macchine industriali, ascensori, sistemi fotovoltaici e gru alimentata da quadro mobile. I dispositivi di corrente residua di tipo B sono adatti anche per applicazioni di tipo AC, tipo F e tipo A.

    Dispositivi di corrente residua di tipo EV

    I dispositivi di corrente residua di tipo EV sono specifici per sistemi e stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Questi dispositivi possono rilevare correnti residue AC e DC. Questa è un'opzione a basso costo per i dispositivi di corrente residua di tipo B. I dispositivi differenziali di tipo EV hanno caratteristiche diverse.

    • Funziona da una fase all'altra o da un'alimentazione monofase.
    • Viene utilizzato per carichi bifase o trifase nel rispetto delle norme internazionali sui sistemi di ricarica dei veicoli elettrici.
    • C'è un pulsante di test integrato per testare i dispositivi.

    Requisiti di base RCD per i sistemi di ricarica per veicoli elettrici

    Ti starai chiedendo come funziona un caricabatterie per veicoli elettrici. È così semplice. Un caricabatterie per veicoli elettrici preleva corrente elettrica da una presa o da una griglia. Quindi trasferisce l'elettricità al veicolo attraverso il cavo collegato. Il metodo è simile alla ricarica dei veicoli elettrici, proprio come carichi altri elettrodomestici a casa collegando il caricabatterie alla parete.

    I convertitori sono integrati nell'auto, che si chiama caricatore di bordo. Il convertitore nel veicolo elettrico converte la potenza da AC a DC. Successivamente, alimenta e fornisce energia ed elettricità alla batteria del veicolo elettrico. Questo è il metodo più comune per caricare i tuoi veicoli elettrici.

    Ricarica di veicoli elettrici con caricabatterie EV o DC

    La ricarica di un veicolo elettrico dipende dalle dimensioni della batteria dell'auto e dalla potenza dell'erogatore. Anche altri fattori influiscono sul tempo e sulla velocità di ricarica. La maggior parte dei veicoli elettrici può ottenere una ricarica dell'80% entro un'ora utilizzando i caricabatterie CC veloci disponibili. Questi caricatori sono essenziali per chi vuole coprire un chilometraggio elevato, lunghe distanze e grandi flotte. Ricorda che i caricabatterie CC sono molto più veloci dei caricabatterie CA, motivo per cui un caricabatterie CC è costoso da installare rispetto a un caricabatterie CA. Se cerchi i vantaggi a lungo termine di questi caricabatterie, non penserai mai alla costosa installazione di questi caricabatterie CC veloci per i tuoi veicoli elettrici.

    Come acquistare Dispositivi di corrente residua di tipo B?

    Quando si acquista un dispositivo differenziale di tipo B, è necessario garantire l'affidabilità dei dispositivi. La sicurezza e la durata dei vostri interruttori dipendono dai dispositivi di corrente residua. Preferisci acquistare un dispositivo che sia buono nelle valutazioni e nelle recensioni. Ci sono molte marche disponibili sul mercato. Cerca qualcuno che sia affidabile, affidabile e abbia una buona reputazione. L'elettricità è un'esigenza fondamentale in questi giorni, quindi non scendere mai a compromessi su questioni e problemi correlati.

    Le parole finali

    Quindi, si tratta di dispositivi a corrente residua di tipo B o di tipo B RCCB. Si ricorda che l'interruttore differenziale di tipo B fornisce il massimo livello di protezione tra diversi tipi di dispositivi di protezione differenziale. Per ulteriori informazioni sull'RCCB di tipo B, è possibile leggere una norma IEC relativa a  Interruttori differenziali IEC / EN 62423 di tipo B.

    Se ti piace questo blog, puoi citarlo nei commenti qui sotto. In caso di domande relative ai dispositivi di corrente residua, ai tipi e alle implicazioni, non esitare a chiedere in qualsiasi momento.

    Per ulteriori informazioni e articoli correlati, continua a visitare il nostro sito Web. Saluti! Buona condivisione!

      tongo

      Interruttore automatico in aria (ACB)

      L'interruttore automatico dell'aria è un dispositivo di protezione del circuito per correnti elevate, comunemente utilizzato nel sistema di scatole di distribuzione di grandi circuiti, può prevenire sovraccarichi, cortocircuiti,

      Scopri di più »
      Cablaggio del dispositivo di protezione contro le sovratensioni

      Surge Protective Devices

      Introduzione I dispositivi di protezione contro le sovratensioni sono componenti utilizzati nei sistemi di alimentazione e dati per proteggere l'hardware. Sono interessati nei circuiti a bassa potenza. in ogni caso, il

      Scopri di più »